top of page

Migliorare l’efficienza e gli approfondimenti: come Goodyear sfrutta l’integrazione dei dati per supportare le flotte OTR

Goodyear ha realizzato la prima integrazione dei dati con un sistema di terze parti nelle sue soluzioni di gestione dei pneumatici per il settore Off-The-Road (OTR), dimostrando l’impegno dell’azienda a rimanere all’avanguardia nei progressi tecnologici. Grazie all’integrazione da parte di Hiboo dei dati provenienti da Goodyear TPMS Heavy Duty, gli utenti possono sperimentare una visione più unificata dello stato dei pneumatici e delle prestazioni del veicolo.

Le flotte OTR, proprio come le loro controparti su strada, devono affrontare uno sforzo continuo per migliorare la propria efficienza operativa. Arresti imprevisti delle macchine e pressione inadeguata dei pneumatici possono generare elevati costi di guasto. La chiave per supportare queste richieste sta nello sfruttare la potenza dell’integrazione dei dati.

Con Goodyear TPMS Heavy Duty, le flotte sono in grado di monitorare la pressione e la temperatura dei pneumatici per rilevare pneumatici sgonfi, perdite d’aria e problemi meccanici consentendo il monitoraggio proattivo e la manutenzione preventiva.

Goodyear è nota da tempo per le sue tecnologie e innovazioni relative ai pneumatici, nonché per la volontà di abbracciare l’integrazione dei dati e la connettività con sistemi di terze parti. Questa apertura consente agli operatori di flotte di integrare perfettamente le offerte di Goodyear con altre piattaforme, sbloccando nuove possibilità per il processo decisionale basato sui dati.

Comprendendo che l’integrazione dei dati rappresenta un punto di svolta per la gestione della flotta, Goodyear ha compiuto sforzi per migliorare le proprie capacità in questo senso. Interagendo attivamente con i requisiti dei partner commerciali, Goodyear ha adattato i propri sistemi per garantire un’integrazione perfetta, favorendo un’esperienza più efficiente e facile da usare.

Che si tratti di equipaggiamento originale o di esigenze post-vendita, Goodyear fornisce soluzioni che possono integrarsi perfettamente con l’infrastruttura esistente di una flotta. Ciò non solo semplifica il processo di integrazione, ma garantisce anche che le flotte possano sfruttare tutto il potenziale dei dati relativi ai pneumatici.

Condivisione dei dati senza soluzione di continuità con Hiboo

Per supportare un’efficace condivisione dei dati, Goodyear sta collaborando con la società francese Hiboo, una piattaforma di integrazione dei dati per integrare la sua offerta con funzionalità avanzate di analisi e gestione dei dati.

I dati dei clienti come la geolocalizzazione e gli eventi o gli avvisi TPMS di Goodyear TPMS Heavy Duty possono essere inviati senza problemi alla piattaforma dati Hiboo, offrendo agli utenti una visione unificata dello stato degli pneumatici e delle prestazioni del veicolo.

Inoltre, la collaborazione tra Goodyear e Hiboo va oltre la condivisione dei dati. Combinando i loro sistemi, Goodyear può ora inviare i dati elaborati sugli avvisi sui pneumatici alla piattaforma Hiboo, consentendo avvisi in tempo reale per i clienti. Questa funzionalità consente ai gestori delle flotte di affrontare in modo proattivo i problemi relativi ai pneumatici, supportando la sicurezza e riducendo i tempi di fermo.

“Siamo lieti di vedere che l’integrazione dei dati Goodyear con la piattaforma Hiboo fornisce ai gestori delle flotte una panoramica olistica e completa delle prestazioni della loro flotta. Allo stesso tempo, i clienti possono comunque accedere alle applicazioni Goodyear Fleethub e Goodyear Driverhub per ottenere informazioni più dettagliate, assicurandosi di avere tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per una gestione efficace della flotta” afferma Yves Sinner, responsabile delle soluzioni di gestione del prodotto presso Goodyear.

“La collaborazione tra Goodyear e Hiboo esemplifica il potenziale di trasformazione dell’integrazione dei dati nel settore dei trasporti. Sfruttando la potenza dei dati, i gestori delle flotte possono prendere decisioni informate, migliorare la sicurezza e promuovere l’efficienza operativa come mai prima d’ora”, aggiunge Clément Bénard, CEO di Hiboo.

1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page