top of page
Cambio filtro

Sostituzione
filtri auto

L’auto è dotata di filtri indispensabili per la tua salute, dei passeggeri e del motore.

I filtri sono molto importanti, perché la loro funzione consente di mantenere sempre efficiente la macchina.

Si tratta infatti di componenti che servono soprattutto ad evitare che elementi dannosi impurità varie possano entrare nelle parti più delicate dell’auto, raggiungendo quindi il motore, l’abitacolo o anche il sistema di alimentazione della vettura. 

Filtro olio, a cosa serve e ogni quanto va sostituito?

L’olio, oltre a lubrificare e raffreddare il motore, serve a ripulirlo dalle impurità che si formano quando le sue parti meccaniche (pistoni, bielle e cuscinetti) si muovono. Questi residui, seppur microscopici, col passare del tempo possono accumularsi e provocare malfunzionamenti anche gravi.
Qui entra in gioco il filtro olio, che serve a raccogliere le impurità, evitando che queste entrino nuovamente in circolo provocando, nel peggiore dei casi, il grippaggio del motore, ovvero il suo totale arresto.

Generalmente il filtro va sostituito ad ogni ogni cambio olio.

In generale, il filtro dell’olio andrebbe cambiato:

  • ogni 12.000 - 15.000 km per i motori a benzina

  • ogni 25.000 - 30.000 km per i motori diesel

In questi valori possono variare molto da modello a modello, per cui è consigliabile controllare sempre le indicazioni della Casa Costruttrice, di solito viene sostituito al momento del tagliando 

Filtro Aria, a cosa serve e quando va sostituito?

Il filtro abitacolo e quello dell’aria sono la stessa cosa? No, il filtro abitacolo ha il compito di purificare l’aria che entra nel veicolo tramite le bocchette del sistema di aerazione, mentre quando si parla di "filtro dell'aria" si intende comunemente il filtro del motore, quello cioè che filtra l'aria destinata alla combustione del carburante
Grazie alla presenza del filtro, i corpi esterni come le foglie, i detriti o l'acqua non entrano nel propulsore, elimina le polveri contenute nell’aria aspirata dal motore. 
Si consiglia una sostituzione del filtro ogni 12.000/15.000 km, di solito viene sostituito al momento del tagliando 

Filtro Carburante, a cosa serve e quando va sostituito?

Il filtro carburante, più specificamente filtro gasolio o filtro benzina, ha l’importante funzione di purificare e pulire le impurità presenti nella benzina e nel gasolio, impedendo ai residui e micro-particelle di raggiungere tutto il circuito di distribuzione, dal serbatoio agli iniettori. 
Tra i sintomi di un filtro carburante sporco può esserci:
difficoltà di avviamento. Non sempre quindi è colpa della batteria o del motorino di avviamento, potrebbe infatti trattarsi di un filtro carburante intasato. L’intasamento del filtro ostacola infatti il corretto flusso di carburante nel motore, causando anche riduzioni di potenza e di performance. 
il motore potrebbe inoltre spegnersi facilmente al minimo, proprio perché non affluisce un sufficiente quantitativo di carburante. 
vuoti di potenza durante la guida, in particolare in salita o quando si accelera e il motore non restituisce la potenza applicata sul pedale dell’acceleratore e va in stallo. Quando non si ha una buona risposta dell’acceleratore, il problema potrebbe dunque riguardare il filtro carburante. 
accensione della spia di avaria del motore, che potrebbe entrare in modalità di emergenza e arrestarsi. 
Si consiglia una sostituzione del filtro per i motori a carburatore ogni 10.000-20.000 Km, o una volta l’anno, mentre per i motori ad iniezione: ogni 150.000 Km, per essere più precisi si consiglia di controllare sempre il libretto di manutenzione dell’auto dato che il costruttore potrebbe dare diverse indicazioni.

Filtro Abitacolo, a cosa serve il  e quando va sostituito?

Filtro abitacolo, chiamato anche filtro antipolline, protegge l’interno della vettura: considerato il livello di smog in Italia, sono fondamentali per proteggere la salute di guidatore e passeggeri. Si pensi a tutte le polveri sottili e agli allergeni di vario genere che penetrano nell’auto tramite le bocchette di ventilazione, sia d’estate sia d’inverno, e l'ambiente piccolo e chiuso di un'automobile può favorire la proliferazione di batteri. Il filtro abitacolo è pertanto uno scudo contro i batteri che irritano le mucose, dando anche problemi come il mal di testa e in generale abbassando la performance del guidatore. 

Perché cambiare il filtro abitacolo?
Un filtro sporco o intasato può comportare conseguenze molto fastidiose, tra cui:
•    uno scorretto funzionamento dell'aria condizionata dell'auto,
•    aumento dei consumi dovuti all'impianto di condizionamento,
•    cattivi odori all'interno dell'abitacolo,
•    cristalli appannati e più lenti a spannarsi,
•    qualità dell'aria all'interno dell'abitacolo scadente e potenzialmente dannosa per la salute, soprattutto se associata a patologie respiratorie pregresse.
Si consiglia una sostituzione del filtro ogni 12.000/15.000 km, di solito viene sostituito al momento del tagliando 

bottom of page