top of page
Riparazione pneumatici

Riparazione Pneumatici

Pneumatico a terra?

Ripararlo sembra essere una soluzione economica, che salva sia il pneumatico che il portafogli.

Ma non sempre la riparazione è la soluzione corretta in quanto bisogna fare i conti con le normative che stabiliscono in che misura è legalmente possibile ripararlo.

Pneumatico bucato da un chiodo per strada, quando non è possibile ripararlo? 

In generale, una riparazione è possibile se la foratura ricade nella zona del battistrada (la parte scolpita del pneumatico a contatto con la strada) e le dimensioni sono inferiori a 6 mm. Più precisamente, le linee guida per la riparazione del pneumatico stabiliscono che questo non può essere riparato se:

  • la profondità del battistrada è inferiore al limite legale di 1,6 mm

  • il pneumatico è eccessivamente usurato (invecchiamento, battistrada liscio) o crepato

  • la foratura non ricade all’interno dei 3/4 centrali del battistrada. Un danno sulla spalla o in prossimità del tallone non è riparabile perché queste zone sono soggette a forti sollecitazioni. La spalla si fa carico di gran parte delle forze che agiscono nelle interazioni tra strada e veicolo (flessione e sostentamento del peso) quindi le riparazioni non avrebbero una lunga durata

  • le dimensioni del danno, viste in pianta, sono superiori a 6 mm

  • Si nota l’esposizione di corde metalliche o di tessuto , di conseguenza l’integrità del pneumatico non è garantita

  • in seguito ad una percorrenza con il pneumatico sgonfio viene compromessa l’integrità strutturale dello stesso a causa della marcia a piatto

  • presenza di riparazioni passate, ormai usurate o non conformi

Soluzioni tecniche per ripristinare un pneumatico sgonfio a causa di una foratura

Riparazione pneumatico a caldo:

è un tipo di riparazione che viene fatta nella parte interna del pneumatico. Una volta smontato dal cerchio, i nostri esperti procedono applicando una patch di gomma (da vulcanizzare) dall’interno del pneumatico, sulla zona forata. A questo punto, tramite un apposito strumento munito di una piastra opportunamente riscaldata, viene vulcanizza la patch, diventando così parte integrante del pneumatico e saldando la foratura.

 

Riparazione pneumatico a freddo (dall’interno):

è la riparazione più diffusa. Dopo aver smontato il pneumatico dal cerchi si puliscono i bordi del foro con una smerigliatrice. Di conseguenza viene applicato del mastice ed infine una toppa a forma di " fungo " che va a chiudere ermeticamente la foratura.

 

Riparazione a freddo (dall’esterno):

è il metodo più economico e non richiede che venga smontato il pneumatico dal cerchio. Consiste nell’inserimento di una stringa gommata all’interno del foro con uno strumento dedicato. La stringa aderirà al foro e impedirà la fuoriuscita d'aria. Non sempre è consigliato dai nostri specialisti perché non si può valutare lo stato interno dello pneumatico.

Gomma bucata a terra, come fare? Con che cosa gonfiare un pneumatico forato

Può succedere di bucare e di non avere il ruotino di scorta, se non si vuole chiamare un carroattrezzi, si può procedere con una riparazione di fortuna per raggiungere il più vicino centro penumatici. Due sono i metodi per la riparazione fai da te:

Bomboletta gonfia e ripara

Gonfia e ripara

Disponibili per:

  • Bici

  • Auto

  • Moto

  • Campe

  • Trasporto leggero

La bomboletta "gonfia e ripara"

E' una bomboletta disponibile nei vari modelli nel nostro punto, che al suo interno contiene aria compressa e un riempitivo (schiuma). Individuato il foro e rimosso l’oggetto forante, si inserisce il beccuccio della bomboletta nella valvola e si spruzza il prodotto all’interno della gomma.

Una volta terminata la bomboletta, se hai la possibilità, utilizza un compressore per portarla alla pressione adeguata.

Questa bomboletta è adatta a fori di piccole dimensioni, come potrebbero essere quelli causati da un chiodo.

Altrimenti potrebbe rischiare di non chiudere adeguatamente il foro.

Si consiglia prima di ogni utilizzo un importante attenzione al foglietto d'istruzioni così da evitare incidenti e garantirne il corretto uso.

Kit ripara pneumatico

Kit ripara pneumatico +
compressore

Per tutti i pneumatici tubeless. Ripara fori fino ad un massimo di Ø 5 mm. Composto da:
Compressore 12 Volt 300 psi - 500 ml di sigillante - 

Kit riparazione

Il kit di riparazione, disponibili vari modelli nel nostro punto vendita, ha sostanzialmente la stessa funzione della bomboletta ‘gonfia e ripara’, solo che è composto da un compressore da 12V, collegabile alla presa accendisigari della vettura e da un contenitore di schiuma. Quest’ultima viene introdotta nel pneumatico per mezzo del compressore. Il vantaggio risiede nel fatto che, ad ogni utilizzo (speriamo mai), si ha a disposizione un compressore che può rigonfiare il penumatico alla sua pressione di esercizio. Dopo l’uso va sostituita solo la schiuma riempitiva.

In ogni caso, questi due metodi non sono risolutivi. Dopo la riparazione è sempre meglio recarsi dal gommista che sarà in grado di giudicare se il pneumatico è riparabile oppure no, oltre ad essere l’unico capace di ripararlo garantendone l’affidabilità.

Kit con ruotino di scorta

Kit con ruotino di scorta

Kit con Ruotino di scorta

Indispensabile in caso di lacerazione o squarcio del pneumatico su vetture provviste solo del kit riparazione pneumatici che in questi casi risulta inefficace.

Le dimensioni ridotte permettono di riporlo in pochissimo spazio e grazie alla pratica sacca può essere posizionato all’interno del veicolo senza un vano dedicato alla ruota di scorta, oppure in veicoli con il vano occupato dalla bombola del GPL.

Il kit contiene:

• 1 ruotino completo di cerchio e pneumatico già montato

• 1 cric dedicato per il veicolo

• 1 chiave svita bulloni

• 1 paio di guanti

• 1 sacca in tessuto resistente

Sono disponibili, su prenotazione, nel nostro punto vendita per tutti i veicoli.

bottom of page